CROSS CITIES 2020 | RESISTERE!

 

Caro/a resistente,

ti invitiamo a partecipare alla seconda réunion di Cross Cities, per continuare a sostenere iniziative culturali immaginative, per rafforzare la solidarietà umana e l'idea di uno spazio pubblico condiviso. 

Questa seconda finestra è aperta dal 13 luglio fino alle 24:00 cest pm dell’20 agosto. 

Viviamo in tempi veramente trasformativi. La crisi del coronavirus ha portato profonde sfide globali con un risultato ancora sconosciuto. Ricorderemo questo tempo come il punto di partenza per allontanarsi l'uno dall'altro lungo divisioni nazionali, in società frammentate e comunità in conflitto? O questo si rivelerà un momento storico che ci fa capire quanto l'uomo risolva meglio i suoi problemi attraverso la cooperazione e la solidarietà? 

La pandemia che ci ha colpiti ha messo a dura prova ognuno di noi e continuerà ad avere ancora, per molto tempo, un importante impatto su molte iniziative come cross cities. questo stato di fatto, ci ha imposto una riflessione sulla conciliazione tra il protocollo corrente e la necessità di continuare a restare e resistere insieme. 

Per questi motivi, abbiamo deciso di realizzare la réunion 2020 completamente online, proponendoci l’attraversamento delle nostre città attraverso un percorso virtuale e riconfermando lo stesso desiderio di aggregazione e fiducia nel cambiamento. 

Un abbraccio affettuoso con l’augurio che tutti godiate di buona salute.

Invito a resistere!

Dal 4 al 6 settembre 2020 desideriamo che artisti da tutto il mondo possano ritrovarsi di nuovo nel processo di costruzione di città incrociate \ cross cities - uno spazio permanente dedicata alla comunità, all'arte, all'espressione di sé e all'autosufficienza. in questo crogiolo di creatività, tutti sono i benvenuti. 

Augurandoci la tua presenza, vogliamo ricordarti che puoi partecipare al progetto inviandoci il tuo contributo artistico come descritto nel documento Iscrizioni.

1. La selezione finale delle opere verrà completata e comunicata entro il 20 agosto 2020.

2. Per partecipare, all’autore è richiesta una lettera di accettazione in cui si impegna all’invio gratuito dell’opera, necessaria per fornire a cross cities le condizioni di trasparenza e di correttezza dovute come indicato nel documento Politica sulla riservatezza.

3. Nel caso di esclusione dall’evento di quest’anno, cross cities si impegna anche in questo caso, a non utilizzare o divulgare le opere e la documentazione ricevute se non con il consenso scritto e firmato dallo stesso autore.

Ti invitiamo a prendere visione del Manifesto e della Mission per meglio accordarti con lo spirito che dà impulso
all’iniziativa. in prima battuta ci teniamo a sottolineare l'assoluta autogestione dell'evento, al netto della voluta assenza di istituzioni e sponsor. Con questa call-to-action ci rivolgiamo a chiunque - artista, associazione, gruppo, collettivo - voglia attraversare questo spazio dedicato all'analisi delle teorie e delle prassi dell'azione culturale contemporanea.

Manifesto

Il progetto è un movimento creativo spontaneo e autogestito, indirizzato a liberi pensatori, gente comune che abbia interesse a ritrovarsi in una réunion sui temi della resistenza culturale: uguaglianza sociale, diritti umani, rispetto dell’ambiente. Sono valori fortemente legati all’arte e in contrapposizione al dilagante modello di flusso creativo reiteratamente socio-economico. Partecipare all’evento, con il proprio contributo artistico o personale coinvolgimento, svilupperà ed approfondirà l’identità comune. La nostra chiamata all’azione è indirizzata ad artisti (associazioni, gruppi, collettivi) che dal 4 al 6 settembre 2020 sono invitati ad incontrarsi e fondare Cross Cities, una dimora permanente senza pareti, dedicata alla comunità e alle arti per l’indipendenza e la resurrezione del sé. Cross Cities accoglie chi è interessato a sostenere l’arte e l’immaginazione ed estende l’invito ad attivisti, artisti, film- makers, poeti, produttori, curatori, filosofi, educatori, scrittori e pensatori: persone attive in ogni campo sociale e culturale. Nell’evento ci si incontra per offrire progetti, performances e istallazioni con pluralità di linguaggi e diversità di contributi e con unità di visione.

Riteniamo che l’esperienza acquisita con Cross Cities possa avviare un processo individuale di riflessione. È ugualmente importante la forte rete inter-comunicativa che si forma ad ogni opportunità.
Cross Cities è un evento radicalmente inclusivo accessibile e rivolto a tutti.
Il valore della cultura permette:
\ indipendenza di pensiero
\ esperienza attraverso la teoria
e colloca:
\ rapporti umani al di sopra della politica
\ sostegno volontario al di sopra della sponsorizzazione
Cross Cities può fiorire e sopravvivere indipendentemente, sostenendosi in uno spirito di partecipazione e mutua responsabilità. 

La gente di Cross Cities non è solo un gruppo di partecipanti, ma è formata da cittadini del mondo che hanno un ruolo
attivo anche con il solo contributo del proprio lavoro; creano la città e l’arte, realizzano e
interagiscono, vivono e costruiscono l’esperienza di una comunità internazionale.
Lo scambio di idee accrescerà la consapevolezza di appartenere ad una comunità allargata e pluralista.
Nelle recenti condizioni di inevitabile clausura è in atto un cambiamento epocale e la réunion è un modo per riconoscere
nei propri simili le medesime richieste di qualità di vita, di strutture, di servizi e politiche per il bene
comune.
Cross Cities diventa strumento di allargamento dei confini e della coscienza, delle problematiche tuttora irrisolte:
disparità sociali, cattive gestioni politiche ed economiche, disagi culturali e ambientali, diritto allo studio al lavoro e
alla salute.
Questi desideri e obiettivi comuni, divengono paradigmi, tematiche sulle quali ognuno impara o torna ad interrogarsi, riaffermando con più convinzione l’esigenza di realizzare un bene collettivo, unitario, solidale.
Cross Cities pone la completa apertura alla diversità di linguaggi, alla transmedialità e agli strumenti da utilizzare.
Ogni contributo attinge alla ricchezza del luogo di origine e rappresenta il racconto della cultura della propria gente e il risultato sarà visibile e tangibile. Scritti, foto, musica e performance, dipinti, sculture e installazioni per citarne alcune, rappresenteranno la traccia delle varie identità, permettendo a ognuno di riconoscersi nell’altro.
La ricerca di un nuovo modello economico fondato su uno spirito culturale transnazionale con un’attenzione costante verso attività artistiche e spettacolari e crescere con una visione globale concreta e praticabile è l’assunto di Cross Cities. Tante relazioni e collaborazioni sorgono da queste iniziative rafforzando il contributo di partecipazione oltre alle attività di comunicazione e di diffusione online e offline previste per raggiungere e ispirare la più ampia cerchia di persone.
Quella che viviamo è un’eccezionale situazione di stallo che mette fortemente in luce i difetti delle governances nazionali e del più vasto sistema internazionale, politico, sociale e culturale. In questo scenario di grandi diseguaglianze nel diritto universale alla medesima qualità di vita, la rinascita culturale della gente comune continua ad essere focus e obiettivo della nostra preoccupazione.

Crediamo che questo progetto possa aiutare la ripresa della consapevolezza della centralità dell’essere umano, del suo ruolo nella partecipazione attiva al cambiamento sociale, lottando culturalmente per plasmare nuovi profili organizzativi e produttivi che superino un sistema arido e lontano dalla gente.

Mission

Compagnia di resistenza artistica [crea] è un movimento spontaneo di liberi pensatori, con il desiderio e l’impegno di realizzare incontri di artisti sul tema della resistenza culturale ovunque nel mondo, a sostegno dell’importanza sociale e umana dell’arte.

Copyright

Il materiale pubblicato nel nostro sito è dedicato esclusivamente a scopi divulgativi e non commerciali [qui le linee guida].
Questo in un programma di ricerca sul suono, l'arte e le sue infinite connessioni con molti linguaggi diversi: dal teatro alla videoarte, dalla musica antica ai nuovi esperimenti, dalla scrittura alla danza, dalle installazioni ai nuovi modelli tecnologici e oltre.
Il nostro scopo è offrire questo meraviglioso patrimonio culturale alle persone di tutto il mondo.
Se qualcuno, per qualsiasi motivo, dovesse ritenere che un video o un'opera che appare in questo sito violi il copyright, ti preghiamo di informarci immediatamente prima di inoltrare un reclamo a Youtube o ad altri, e sarà nostra cura rimuovere il documento immediatamente.

Grazie per la tua collaborazione 
Cross Cities Team