Cross Cities 2023

Cross Cities 2023

RESISTERE!

Caro/a resistente,
ti invitiamo a partecipare al nuovo incontro di Cross Cities Summer, per continuare a sostenere iniziative culturali immaginative, per rafforzare la solidarietà umana e l'idea di uno spazio pubblico condiviso.
Questo terzo appuntamento è in programma dall' 11 al 13 di Agosto 2023.
Viviamo in tempi veramente trasformativi. La crisi del coronavirus ha portato profonde sfide globali con un risultato ancora sconosciuto. Ricorderemo questo tempo come il punto di partenza per allontanarsi l'uno dall'altro lungo divisioni nazionali, in società frammentate e comunità in conflitto? O questo momento storico può spingerci a ritrovare una più forte determinazione personale nel risolvere non solo i nostri problemi, ma anche nel riconoscere il valore prezioso della crescita collettiva, attraverso cooperazione e solidarietà?
La pandemia che ci ha colpiti ha messo a dura prova ognuno di noi e continuerà ad avere ancora un importante impatto sulle iniziative come Cross Cities. Questo stato di fatto ci ha imposto una riflessione sulla conciliazione tra il protocollo corrente e la necessità di continuare a restare, coesistere e soprattutto resistere insieme.
Per questi motivi abbiamo deciso di realizzare la réunion 2023 ancora più motivati, proponendo l’attraversamento delle nostre città riconfermando lo stesso desiderio di aggregazione e fiducia nel cambiamento.

Invito a resistere!

dall' 11 al 13 di Agosto 2023 desideriamo che artisti da tutto il mondo possano ritrovarsi di nuovo nel processo di costruzione di Cross Cities, uno spazio permanente dedicato alla comunità, all'arte, all'espressione di sé e all'autosufficienza. In questo crogiolo di creatività, tutti sono i benvenuti.
Augurandoci la tua presenza, vogliamo ricordarti che puoi partecipare al progetto inviandoci il tuo contributo artistico come descritto nel MODULO ISCRIZIONI
La selezione finale delle opere verrà completata e comunicata entro il 20 maggio 2023.
Ti invitiamo a prendere visione del manifesto e della mission per meglio accordarti con lo spirito che dà impulso all’iniziativa. In prima battuta vogliamo sottolineare l'assoluta autogestione dell'evento, al netto della voluta assenza di istituzioni e sponsor. Con questa call-to-action ci rivolgiamo a chiunque -artista, associazione, gruppo, collettivo- voglia attraversare questo spazio dedicato all'analisi delle teorie e delle prassi dell'azione culturale contemporanea.

Manifesto

Il progetto è un movimento creativo spontaneo e autogestito, indirizzato a liberi pensatori, gente comune che abbia interesse a ritrovarsi in una Réunion sui temi della resistenza culturale: uguaglianza sociale, diritti umani, rispetto dell’ambiente. Sono valori fortemente legati all’arte e in contrapposizione al dilagante modello di flusso creativo reiteratamente socio-economico. Partecipare all’evento -con il proprio contributo artistico o personale coinvolgimento- svilupperà ed approfondirà l’identità comune. La nostra chiamata all’azione è indirizzata ad artisti (associazioni, gruppi, collettivi) che dall' 11 al 13 di Agosto 2023 sono invitati ad incontrarsi e fondare Cross Cities, una dimora permanente senza pareti, dedicata alla comunità e alle arti, per l’indipendenza e la resurrezione del sé. Cross Cities accoglie chi è interessato a sostenere l’arte e l’immaginazione ed estende l’invito ad attivisti, artisti, film- makers, poeti, produttori, curatori, filosofi, educatori, scrittori e pensatori: persone attive in ogni campo sociale e culturale. Nell’evento ci si incontra per offrire progetti, performances e istallazioni con pluralità di linguaggi e diversità di contributi, ma con unità di visione.
Riteniamo che l’esperienza acquisita con Cross Cities possa avviare un processo individuale di riflessione. È ugualmente importante la forte rete inter-comunicativa che si forma ad ogni opportunità. Cross Cities è un evento radicalmente inclusivo accessibile e rivolto a tutti.

Il valore della cultura permette:
- indipendenza di pensiero
- esperienza attraverso la teoria
e colloca:
- rapporti umani al di sopra della politica
- sostegno volontario al di sopra della sponsorizzazione.

Cross Cities può fiorire e sopravvivere indipendentemente, sostenendosi in uno spirito di partecipazione e mutua responsabilità.
La gente di Cross Cities non è solo un gruppo di partecipanti, ma è formata da cittadini del mondo che hanno un ruolo attivo anche con il solo contributo del proprio lavoro; creano la città e l’arte, realizzano e interagiscono, vivono e costruiscono l’esperienza di una comunità internazionale.
Lo scambio di idee accrescerà la consapevolezza di appartenere ad una comunità allargata e pluralista.
Nelle recenti condizioni di inevitabile clausura è in atto un cambiamento epocale e la réunion è un modo per riconoscere nei propri simili le medesime richieste di qualità di vita, di strutture, di servizi e politiche per il bene comune.
Cross Cities diventa strumento di allargamento dei confini e della coscienza delle problemati che tuttora irrisolte: disparità sociali, cattive gestioni politiche ed economiche, disagi culturali e ambientali, diritto allo studio, al lavoro e alla salute. Questi desideri e obiettivi comuni divengono paradigmi, tematiche sulle quali ognuno impara o torna ad interrogarsi, riaffermando con più convinzione l’esigenza di realizzare un bene collettivo, unitario, solidale. Cross Cities pone la completa apertura alla diversità di linguaggi, alla transmedialità e agli strumenti da utilizzare. Ogni contributo attinge alla ricchezza del luogo di origine e rappresenta il racconto della cultura della propria gente, e il risultato sarà visibile e tangibile.
Scritti, foto, musica e performances, dipinti, sculture e installazioni, per citarne alcune, rappresenteranno la traccia delle varie identità, permettendo a ognuno di riconoscersi nell’altro.
La ricerca di un nuovo modello economico fondato su uno spirito culturale transnazionale con un’attenzione costante verso attività artistiche e spettacolari, e crescere con una visione globale concreta e praticabile, è l’assunto di Cross Cities.
Tante relazioni e collaborazioni sorgono da queste iniziative rafforzando il contributo di partecipazione oltre alle attività di comunicazione e di diffusione online e offline previste per raggiungere e ispirare la più ampia cerchia di persone.
Quella che viviamo è un’eccezionale situazione di stallo che mette fortemente in luce i difetti delle governances nazionali e del più vasto sistema internazionale, politico, sociale e culturale.
In questo scenario di grandi diseguaglianze nel diritto universale alla medesima qualità di vita, la rinascita culturale della gente comune continua ad essere focus e obiettivo della nostra preoccupazione.
Crediamo che questo progetto possa aiutare la ripresa della consapevolezza della centralità dell’essere umano, del suo ruolo nella partecipazione attiva al cambiamento sociale, lottando culturalmente per plasmare nuovi profili organizzativi e produttivi che superino un sistema arido e lontano dalla gente.

Mission

Il nostro è un movimento spontaneo di liberi pensatori, con il desiderio e l’impegno di realizzare incontri di artisti sul tema della resistenza culturale ovunque nel mondo, a sostegno dell’importanza sociale e umana dell’arte.

Copyright

Il materiale pubblicato nel nostro sito è dedicato esclusivamente a scopi divulgativi e non commerciali [qui le linee guida]. Questo è inserito in un programma di ricerca sul suono, sull'arte e le sue infinite connessioni con molti linguaggi diversi: dal teatro alla videoarte, dalla musica antica ai nuovi esperimenti, dalla scrittura alla danza, dalle installazioni ai nuovi modelli tecnologici e oltre. Il nostro scopo è offrire questo meraviglioso patrimonio culturale alle persone di tutto il mondo. Se qualcuno, per qualsiasi motivo, dovesse ritenere che un video o un'opera che appare in questo sito violi il copyright, lo preghiamo di informarci prima di inoltrare un reclamo a Youtube o ad altri, e sarà nostra cura rimuovere il documento immediatamente.

Grazie per la tua collaborazione
Cross Cities Team

RESIST!

Dear resistant,
we invite you to apply for the new Cross Cities Summer meeting, to continues to support imaginative cultural initiatives, to reinforce human solidarity and the idea of a shared public space.
This third meeting is scheduled from the 11th until the 13th of August 2023.
We are living in truly transformative times. the coronavirus crisis has brought along profound global challenges with an outcome yet unknown. will we remember this time as the starting point for drifting away from each other along national divides, into fragmented societies and conflicted communities? or will this turn out to be a historical moment that push us find a stronger personal determination in solving not only our problems, but also in recognizing the precious value of collective growth, through cooperation and solidarity?
The covid pandemics presents us with a difficult task and the impact on initiatives like cross cities will be felt for a long time to come. The present situation compels us to reflect on how to best combine current health protocols with our call to continue resisting together.
With these factors in mind, we have decided to stage cross cities 2023 even more motivated, with the idea of journeying through our cities following a virtual path that proposing the crossing of our cities by reaffirming our ongoing desire for aggregation and confidence in change.

Call to resist!

This is an invitation to artists all over the world to meet from the 11th until the 13th of August 2023 and take part in the building of Cross Cities, a permanent space dedicated to community and arts, self-expression and independence. We look forward to seeing you at the event and would like to remind you that you can be part of it sending your artistic contribution as described in the REGISTRATION FORM
Selection of the works will be completed and published by April 30, 2023 at 11.59 pm.
We invite you to view our manifesto and mission, to find your harmony with the spirit of the initiative. also we like to emphasize our choice for a complete independence of the event, with no presence of institutions or sponsors.
We address our call-to-action to artists, associations, groups, collectives: anybody is welcome who wishes to share a space dedicated to the study of the theories and practices in our contemporary cultural scene.

Manifesto

The project is a self-managed creative movement, addressed to free thinkers, ordinary people, interested in a réunion on the themes of cultural resistance: social equality, human rights, respect for nature. strongly tied to art, these values are opposed to the sprawling, creative stream model, heavily socio-economic. Joining in the event, with any artistic contribution or personal involvement, will develop and deepen our common identity.
Our call to action is addressed to artists (or associations, groups, collectives) who from the 11th until the 13th of August 2023 are invited to meet and found Cross Cities, an open space, a home for the community and the arts, for the independence and resurrection of the self.
Cross cities welcomes all supporters of art and imagination, inviting activists, artists, film-makers, poets, producers, curators, philosophers, educators, writers and thinkers: operators in any field of society and culture.
The meeting is meant to offer projects, performances and installations representing multiple languages, variety of contribution and unity of vision.
We believe the experience garnered with cross-cities may start an individual process of reflection. Equally important is the strong intercommunicative network that is established, whenever the opportunity arises.
Cross Cities is a radically inclusive event addressed and accessible to all.

The value of culture allows:
\ independent thinking
\ experience with theory
and puts:
\ human relationships above politics
\ voluntary support above sponsorship

Cross Cities can flourish and survive independently, supporting itself in a spirit of participation and mutual responsibility.
The people of Cross Cities are not just participants but a group of citizens of the world playing an active role, even with the simple contribution of their work; they create the city and the art, interacting in the realization, as they build and live the experience of an international community.
Exchanging ideas will bring a growing awareness of belonging to a wide and pluralistic community.
A far reaching change comes from the recent isolation: our réunion is the occasion for sharing with our neighbors the same needs for better quality of life, structures, services and policies aimed at the common good.
Cross Cities is instrumental in broadening the scope and the attention to the great unresolved issues: social disparities, bad policies, cultural and environmental needs, rights to education, work, and health.
These are the requests that become the themes of our questioning and learning process, along with a stronger drive towards a united, supportive spirit.
Cross Cities is completely open to diversity of languages and the use of trans-medial tools. Each contribution draws from the heritage of its origins, telling its stories and culture, offering a visible and tangible result. writings, photos, music and performances, paintings, sculptures and installations: they will represent each identity as well as affinity with each other.
The assumptions of Cross Cities are a research for new models of economy inspired by transnational culture and an attention for creative activities, for a growth within a feasible global vision.
Many connections and collaborations are generated during the events, enhancing the participation; communication and distribution are planned online and offline in order to reach and inspire a wider audience.
We live today an exceptional stall situation, and this highlights faults in national governances and international systems, political, social and cultural. In a scenario of great disparities in universal rights to quality of life, our attention is focused on a cultural rebirth for all people.
We believe the present project may contribute awareness About the person’s central role, the active participation of people to social change: to a cultural struggle for new outlines in organization and production, to move beyond a system that appears barren and removed from the people.

Mission

Ours is a spontaneous movement of free thinkers, with an interest for staging meetings of artists about the theme of cultural resistance worldwide, to stress the importance of art for people and society.

Copyright

The material published on our site is dedicated exclusively for informative and non-commercial purposes [here the guidelines]. This in a research program on sound, art and its infinite connections with many different languages: from theater to video art, from ancient music to new experiments, from writing to dance, from installations to new technological models and beyond. Our aim is to offer this wonderful cultural heritage to people all over the world. If, for any reason, someone believes that a video or work that appears on this site infringes copyright, please inform us immediately before submitting a complaint to youtube or others, and we will take care to remove the document accordingly, immediately. Your cooperation will be appreciated.

Thanks for your help
Cross Cities Team